Prince Royce – Dec. 21: la nuova hit bachata [VIDEO]

Il videoclip dell’ultimo singolo di Prince Royce “Dec. 21”. Il significato del brano e il testo completo di questa bachata uscita a fine 2019

Lo scorso 21 dicembre è uscito “Dec. 21” il nuovo singolo di Prince Royce che si presenta con una nuova sensuale bachata che farà innamorare gli amanti del genere. R&B e bachata per il singolo che anticipa l’uscita di “Alter Ego”, il nuovo album atteso per inizio 2020. Il videoclip girato da Fernando Lugo a Miami mostra i due protagonisti che si desiderano e vivono momenti indimenticabili assieme.

“Ti voglio come ti ho sognato nel mio letto, i tuoi lamenti nel cielo ti tocco, sollevandoti forse è l’ultima volta”.

Un’ultima volta assieme in modo furtivo “se ci incontriamo di nuovo in modo che nessuno sospetti, cambiamo hotel”.

Dopo “Morir solo” Royce torna con una bachata molto versatile, musicalmente parlando agli amanti dello stile sensual. Ricordiamo che l’artista promuoverà il suo nuovo lavoro discografico con una lunga tourée che lo porterà su e giù per gli Stati Uniti con quaranta date e chissà che non lo vedremo presto anche in Europa.

Intanto consoliamoci con il testo del brano e con altre sue perle musicali presenti nel nostro archivio come “Te robaré“, “Deja vu” assieme a Shakira e ancora “Adicto” con Marc Anthony e tanti altri.

prince royce dec 21

TESTO DI DEC. 21 – PRINCE ROYCE

con mis manos lentamente acariciándote la espalda
yo quitándome las ganas como te soñé en mi cama
tus gemidos en el cielo yo tocándote, elevándote
quizás sea la ultima vez

me miras a los ojos te das cuenta del cuento
y eso es solo un momento y me duele saberlo
tenerte en poca ropa me quitas el sueño
aunque nada es en serio, de ti me siento dueño
otra noche que te hago volar
muy alto las estrellas puedes tocar
pero conmigo no te puede quedar

antes de que el botón te abroche
hagámozlo como la ultima noche
y si nos volvemos a ver
pa’ que nadie sospeche, cambiamos de hotel

con mis manos lentamente acariciándote tu cintura
admirando tu figura, repitiendo esa locura
tus gemidos en el cielo yo tocándote, elevándote
se que no es la ultima vez

otra noche que te hago volar
muy alto las estrellas puedes tocar
pero conmigo no te puede quedar

antes de que el botón te abroche
hagámozlo como la ultima noche
y si nos volvemos a ver
pa’ que nadie sospeche, cambiamos de hotel